DOMINIO STRANIERO NELL’INTERNATIONAL HALF MARATHON DI PALERMO

I MAROCCHINI MONOPOLIZZANO IL PODIO: VINCE HAJJY DAVANTI A CHERKAOUI E HAMAD 

NELLA 10 KM FEMMINILE TRIONFA L’ISLANDESE KOLBEINSDOTTIR 

AD HAJJY ANCHE LA COPPA CONAD

Gli atleti marocchini hanno dominato l’International Half Marathon di Palermo monopolizzando il podio. A vincere è stato Mohammed Hajjy che ha chiuso un anno per lui trionfale tagliando per primo il traguardo con il tempo di 1.09.24. Dopo i successi nella Maratona di Malta e nella 10 km. di Cefalù, l’atleta marocchino ha dominato dal primo all’ultimo metro la Mezza Maratona di Palermo, prova conclusiva del Running Sicily 2017-Coppa Conad. Per Hajjy, quindi, un doppio successo: di tappa e nella classifica generale del circuito. “Sono molto contento per me e per il pubblico – ha detto  Mohammed Hajjy poco dopo avere tagliato il traguardo – a Palermo ho sempre fatto bene ed anche questa volta è arrivato un successo sia pure in una giornata caldissima e su un percorso molto faticoso. Sono anche felice perché il risultato ottenuto nella Coppa Conad mi conforta in vista del mio prossimo appuntamento nella Maratona della Serbia”.

Rispettando il pronostico della vigilia, il trio delle meraviglie marocchino completato da Laalami Cherkaoui e Bibi Hamad ha preso il comando subito dopo la partenza, data allo Stadio delle Palme dal Sindaco, Leoluca Orlando.  “Lo sport è un prezioso veicolo turistico – ha sottolineato Leoluca Orlando – è stata una bellissima gara in una giornata meravigliosa d’autunno con un clima da piena estate.  L’International Half Marathon serve anche per attraversare in modo diverso la città, perchè lo sport è utile pure per far conoscere le bellezze di Palermo”.

Dopo il passaggio a braccetto dei tre marocchini al decimo chilometro, Hajjy ha forzato il ritmo tagliando per primo il traguardo con un vantaggio di 25 secondi sui connazionali Cherkauoi (1.09.50) e di 1’37” sull’atleta dell’Universitas Palermo, Bibi Hamad (1.11.02). Alle spalle del terzetto di marocchini, si è fatto largo l’islandese Arnar Petursson, quarto assoluto con il tempo di 1.15.44, mentre il primo degli italiani è stato Filippo Lo Piccolo della Good Race Team, quinto in 1.17.18 davanti a Nicola Mazzara del Cus Palermo, sesto in 1.18.02.

Nella Mezza Maratona femminile a vincere è stata Rosaria Patti della Trinacria con il tempo di 1.36.34 davanti a Laura Mattei (1.40.27)  ed Edda Aurelia Nicosia (1.41.15), entrambe dell’Atletica Mondello.

La Juniores islandese, Andrea Kolbeinsdottir, ha, invece, dominato la 10 km. femminile vinta con il tempo di 41.11 davanti a Lorenza Chiara Immesi dell’Universitas Palermo, seconda in 43.30. Tra gli uomini, sempre nella 10 km., ottima prova di Daniele Macchiarella dell’Atletica Bagheria che ha vinto con il tempo di 38.39 davanti a Salvatore Pecoraro dell’Atletica Partinico (39.22).

“Siamo pienamente soddisfatti sia del risultato tecnico che della partecipazione di numerosi stranieri – ha spiegato il Direttore del Running Sicily-Coppa Conad, Nando Sorbello – una splendida giornata di sole ha fatto da cornice ad una bellissima gara condotta dal fortissimo trio di atleti marocchini, ma hanno fatto bene anche gli islandesi che hanno fatto incetta di medaglie, ma soprattutto sono rimasti letteralmente estasiati dalle bellezze della nostra città”.

Grazie ad un ricchissimo programma di manifestazioni collaterali, lo Stadio delle Palme ha accolto un migliaio di persone per assistere, oltre che all’International Half Marathon, anche alle esibizioni degli atleti della “Maratona del Fitness” organizzata dall’Opes del presidente provinciale, Marcello Vattiato, ed alle gare di velocità dei giovani atleti dell’Istituto Don Bosco, guidati dal Direttore, Don Domenico Saraniti.

A bordo pista a dispensare consigli agli atleti, c’erano anche gli ex azzurri dell’Associazione Nazionale Atleti Azzurri ed Olimpici d’Italia, guidati dal presidente provinciale, Antonio Selvaggio.

Nino Randazzo

 

 

 

WordPress theme: Kippis 1.15